Rassegne Video


Raccolti in questa sezione i poster promozionali della varie rassegne video organizzate con la collaborazione del nostro portale.

Rassegne 2012

Maggio

Torniamo a collaborare con lo storico cineclub Domenica Uncut. C’e` stato un po’ di trambusto negli ultimi mesi con lo spostamento delle proiezioni dalla vecchia sede del Twiggy di Varese a quella nuova del Kynesis di Tradate, ma rimaniamo sempre e comunque associati alla  loro programmazione. Eravamo infatti rimasti in debito di una rassegna semi-annunciata su quel sottogenere del cinema giapponese degli anni ’70 che spesso viene chiamato Pinky Violence. Si tratta di un’etichetta erronea, che significa ben poco nella terra del Sol Levante, ma che e` stata storicizzata ad occidente per indicare tutti quei film con ragazze difficili protagoniste. Si tratta di cinema popolare, che mescola tutti gli elementi migliori della cultura dei 70s nipponica, dalle romantiche e disperate canzoni Enka alla fiorente cultura della vita notturna passando per tutti gli stereotipi dei piu` classici Yakuza Eiga. Un miscuglio fatale e bellissimo che ancora influenza tante produzioni odierne e delinea ancora i tratti di molte protagoniste femminili dei film di oggi.

Si parte con Female Prisoner # 701: Scorpion uno dei film che consacro` la piu` famosa delle interpreti del genere e diede origine ad una serie di ben quattro film.  Kaji Meiko e` ben nota anche ad occidente direttamente per capolavori come Lady SnowbloodThe Blind Woman’s Curse e il succitato film, ma anche indirettamente per le sue ottime canzoni che Quentin Tarantino ha inserito nel suo dittico Kill Bill. La serata prosegue poi con un film meno noto, ma non certo meno bello: Delinquent Girl Boss: Worthless to Confess. Anche questo parte di una serie di quattro film, vede invece come protagonista la bellissima Oshida Reiko, affiancata da altre bellezze del genere come Kagawa Yukie e Katayama Yumiko. A quelli che parteciperanno ad entrambe le proiezioni spettera` in omaggio un premio offerto dal cineclub: una spilletta commemorativa della rassegna con la bella Reiko impressa sopra. Non mancate Domenica 13 Maggio al Kynesis in Via Giosue` Carducci 3 a Tradate, sempre in provincia di Varese.

Un po’ di link:
Domenica Uncut | Domenica Uncut su facebook | L’evento su facebook | Trailer di Female Prisoner # 701: Scorpion | Trailer di Delinquent Girl Boss: Worthless to Confess

 

Marzo

Dopo la grande serata di gennaio scorso, AsianFeast.org torna a collaborare con Domenica Uncut per supervisionare un double feature di cinema asiatico in quel di Varese. L’appuntamento è per l’11 Marzo 2012 dalle ore 18 in poi, nei sotterranei del circolo Twiggy, Via de Cristoforis n. 5, Varese. Stavolta ci spostiamo dal vecchio horror di Hong Kong e approdiamo in Giappone all’interno di una sorta di commedia poco convenzionale.

Il primo film che presentiamo con un certo entusiasmo è Scabbard Samurai, ovvero il titolo considerato all’unanimità dai vari collaboratori di AsianFeast come uno dei migliori film dello scorso anno. Una commedia, un chanbara ma anche un duro melodramma. Un film inarrivabile e intensissimo, terza prova di un regista da seguire e già arrivato ai livelli dei grandi. Sicuramente ne sentirete sempre più parlare in futuro, quindi perchè per un volta non anticipare le mode?

L’altro titolo che presentiamo è un piccolo e misconosciuto film che aveva già infiammato la platea del Teatro Nuovo Giovanni da Udine nel corso di una vecchia edizione del Far East Film Festival. Si tratta di Fine, Totally Fine, una commedia surreale e delirante, poco nota, ma assolutamente irresistibile a tratti esaltante. Due film per mostrare modi e possibilità di fare un cinema diverso dallo standardizzato ma ugualmente popolare, grande cinema commerciale ma intelligente capace di attivare il cervello dello spettatore. Due opere imperdibili per una intensissima e esilarante domenica. Non mancate!

Gennaio

Riprende la vecchia tradizione delle rassegne video di Asian Feast. Nasce lo street team e stavolta si scende per le strade per portarvelo vicino casa il cinema asiatico. E se ce ne fosse bisogno ve lo sbattiamo sui denti per farvelo sentire meglio. Così si inizia alla grande una nuova collaborazione con lo storico circolo cinematografico Domenica Uncut di Varese andando ad esplorare territori poco battuti come quelli del magico ed esoterico nel cinema di Hong Kong.

Questo perché l’horror nell’ex-colonia non è mai stato semplice artificio di scrittura per generare lo spavento. Non c’è bisogno di questo visto che in tanti mediamente credono alla magia e la superstizione è sottopelle da quelle parti. Per questo presentiamo due film che vagano negli stessi territori, The Boxer’s Omen di Kuei Chih-Hung e Mr. Vampire di Ricky Lau Koon-Wai, ma profondamente diversi. Da una parte le maledizioni della magia nera e tanto gore, dall’altra il sovrannaturale che sfugge al controllo dei monaci buoni e toni da commedia.

The Boxer’s Omen è uno degli ultimi film di Kuei Chih-Hung, prolifico regista al servizio della Shaw Brothers. Suoi tanti film che hanno definito e anche influenzato l’exploitation del sud est asiatico, passando per tutti i generi fondamentali dell’ambiente, come il Women in Prison (Bamboo House of Dolls) o il film con depravati psicopatici (Killer SnakesCorpse Mania), ma mostrando una decisa predilezione per i film sulla magia nera in cui ha dato i risultati migliori. Sua la trilogia degli Hex, così come altri cult del genere come Bewitched. Il film presentato è certamente la summa del suo stile: Circolato poco, ha assunto negli anni un giustificato alone di culto che è stato confermato dalla recente distribuzione del film in dvd. Finalmente gli appassionati hanno potuto deliziarsi tra rituali magici, battaglie a suon di magie, mostriciattoli e tanta weirdness assortita.

Su tutte altre coordinate si muove invece Mr Vampire. Praticamente contemporaneo a The Boxer’s Omen, ma prodotto dalla casa di produzione di Sammo Hung Kam-Bo e distribuito dalla Golden Harvest scatenerà massivamente il fenomeno dei vampiri saltellanti nel cinema di Hong Kong. Proprio il leggendario Sammo fu il motore per la nascita di questo sottogenere con il suo Encounters of the Spooky Kind, del quale era regista e protagonista,  seguito poi dall’altra sua fortunata produzione: The Dead and The Deadly. Nonostante il loro successo fu vasto, la cosa non è minimamente paragonabile al fenomeno Mr. Vampire. Il film diretto da Ricky Lau Koon-Wai  definisce infatti il genere e ne determina precisi tòpoi e continui ricorsi. Si potrebbe forse anche parlare di una divertente maledizione, che vedrà per sempre i nomi di Lau e quello del prete taoista Lam Ching-Ying legati, indissolubilmente a questo genere di film per tutto il resto della loro carriera. E’ per questo film che risulta difficile immaginare un taoista con un volto diverso da quello del simpatico e baffuto attore che riesce nell’impresa di oscurare l’astro del fenomenale comico, nonché corpo attoriale, Ricky Hui Koon-Ying, purtroppo scomparso in tempi recenti. Questo ciclo di film è dedicato soprattutto a lui.

Questi grandi classici saranno proiettati il 29 Gennaio al Twiggy Club di Varese sito in Via De Cristoforis N. 5. Mr. Vampire alle 18.30, mentre The Boxer’s Omen a seguire alle ore 21.00. Venite a trovarci se avete voglia di scambiare due chiacchiere o approfondire sui film.

Locandine della rassegna:

Rassegne 2005

CONDIVIDI: