Andrew Lau


Filmmaker in Focus

E’ ormai bistrattato e sottovalutato, ma questa personcina ha iniziato come direttore della fotografia per City on Fire di Ringo Lam e As Tears go By di Wong Kar-wai e -mai pago in fatto di sperimentazione- ha curato quella acida di Wicked City. E’ poi alla regia di alcuni dei maggiori incassi e dei più rilevanti film della storia recente del cinema di Hong Kong, da The Storm Riders, passando per gli Young & Dangerous fino ad arrivare a Infernal Affairs e Initial D. E di recente lo abbiamo trovato alla produzione dell’epico The Last Tycoon di Wong Jing. Finalmente questo libro analizza esaustivamente la figura di Andrew Lau, in un testo che fa parte di pubblicazioni di cui abbiamo parlato più volte; testi locali, composti di materiali diretti e quindi tutti ottimi, utili, preziosi, economici e da recuperare senza indugio.
Rispetto agli altri, questo volume ha una forma vagamente diversa e dei pro e contro; i contro sono una certa ripetitività nel corso dell’opera. I pro sono le innumerevoli informazioni anche tecniche che emergono. La forma è composta quasi esclusivamente da lunghe interviste a personaggi cardine; ben tre allo stesso Andrew Lau e poi a Wong Jing, Andy Lau, Shu Qi, Ekin Cheng, Alan Mak, Felix Chong e Manfred Wong. In coda cinque saggetti di alterno interesse e utilità, qualche pezzo di materiale iconografico, mini analisi di un pugno di film e ottima filmografia esaustiva. Otto pagine a colori e il resto in bianco e nero per un totale di 168 pagine bilingue (cinese/inglese). Come tutti i volumi della serie “filmaker in focus” assolutamente consigliato.

CONDIVIDI: