Cinemas d’Asie


Cinemas d'AsieCoree du Sud – Hong Kong – Inde – Indonesie – Japon – Philippines – Singapour – Thailande

Indice generale:
-Hong Kong
-Giappone
-Corea del Sud
-India
-Thailandia
-Filippine
-Altri orizzonti

Non paghi della splendida rivista mensile (e ora della bella Mad Asia), i responsabili della francese Mad Movies di tanto in tanto pubblicano dei volumi tematici davvero eccellenti. Prima o poi doveva accadere anche per il cinema asiatico e così il terzo volume fuori serie ha proprio questo tema ed è a cura di Julien Sévèon, uno dei nomi di riferimento in Francia per il giornalismo cinematografico dall’estremo oriente.

Come si può intuire fin dall’indice generale, l’approccio è basato sulla nazionalità, introdotta da un capitolo introduttivo e poi percorsa secondo metodi diversi. Ad esempio, la sezione su Hong Kong è introdotta da un articolo intitolato “alle origini dell’azione”; si passa poi a Chor Yuen, ai film sulle triadi, a Ringo Lam, Johnnie To, i CatIII, Herman Yau, la commedia, Wong Jing. Stessa cosa per gli altri capitoli con un susseguirsi di nomi e generi parziali e discutibili talvolta, nonostante tutto il materiale sia sempre competente e approfondito, permeato da un entusiasmo contagioso che rimanda alla tendenza assolutrice del boom italiano degli anni ’90.

Nell’ultimo capitolo, “altri orizzonti”, passeggiata più superficiale su altre cinematografie, dall’Indonesia a Singapore, Cambogia, Pakistan, Malesia.

L’intero volume è a colori e vivacizzato da fiumi di foto rappresentative. Un testo ottimo e fatto con tutti i crismi, che nonostante la disorganicità si presenta come una base, e non solo, per affrontare l’argomento. Volendo essere pignoli (e un pò nazionalisti), non è altro che una versione moderna e ridotta dell’italiano Fant’Asia. Personalmente l’abbiamo trovato un’ottima lettura, assolutamente stimolante.

CONDIVIDI: