© MURAKAMI


Tra il 29 ottobre 2007 e maggio 2009 l’opera di Murakami venne finalmente esposta in occidente in delle mostre complete ed esaustive. Il “tour” iniziò al MOCA di Los Angeles, proseguì al Brooklyn Museum di New York, passò per il MMK di Francoforte per concludersi al Guggenheim di Bilbao.

Quella di Francoforte, ovvero la prima esposizione europea di tale livello per l’opera dell’autore è stata la mostra che abbiamo visitato. Tre piani interi per 130 lavori trasversali a pittura, scultura e video, con un’intera ala dedicata al periodo artistico incentrato sui prodotti della Louis Vuitton. Un’ esperienza unica e illuminante per osservare dal vivo l’opera di uno dei nomi più interessanti e vivi dell’arte contemporanea.

Il volume di cui stiamo parlando è il catalogo di questa mostra, un’opera d’arte a sua volta; enorme, pesante, copertina rigida e sovracoperta, circa 330 pagine interamente a colori equamente suddiviso tra saggi sull’autore e la riproduzione dell’opera omnia, con alcune pagine pieghevoli e “apribili” per donare una visione ancora più magniloquente delle produzioni. I saggi si rivelano di alterno interesse, poco tecnici e molto interpretativi e quindi aerei nel contenuto, mentre è di sicura utilità il capitolo sulla biografia dell’autore e sulla sua attività imprenditoriale.

Un oggetto refrigerante per gli occhi e un gioiello che, vista la quotazione anche dei singoli gadget basati sui personaggi di Murakami, potrebbe diventare prima o poi un bel pezzo da collezione.

CONDIVIDI: