Storia del Cinema Giapponese


Storia del Cinema GiapponeseIndice generale:

-Le origini
-Gendaigeki e Jidaigeki: l’età della crescita
-Dal sonoro alla perdita della libertà di parola
-Guerra e occupazione americana: il cinema tra le censure
-Boogie-woogie e libertà: gli splendidi anni cinquanta
-Maestri
-Un mondo giovane: l’era dell’individualismo
-Il lungo silenzio
-Glossario

Brother di Kitano in copertina. Scelta apparentemente facile e commerciale per un testo invece assai impegnativo e approfondito. La lettura non è semplice e il materiale analizzato praticamente infinito, il che ha portato a delle scelte forzate di percorsi analitici. Per i fans dell’ultima ora il libro potrebbe apparire insormontabile, penalizzato forse dal fatto di toccare appena tutto il cinema contemporaneo, quello probabilmente più noto e alla moda. Il libro, fatti i debiti paragoni, può essere un corrispettivo nipponico de Tutto il Cinema di Hong Kong di Alberto Pezzotta ma la differenza più grande è l’organicità e l’approfondimento. In questo testo non ci sono nè schede di film nè di autori (tranne delle brevi filmografie) tutte le più di 300 pagine sono dedicate allo sviluppo di una cinematografia, agli intrecci storici, politici, e tanto approfondito, tanto appare in tutta la propria evidenza quanto lo spazio sarebbe dovuto essere maggiore, più del doppio, per contenere il fiume di nozioni esposte. Un testo quindi fondamentale per un’immersione approfondita quanto obbligatoriamente en passan in alcune parti, senza eccessivi entusiasmi, asettico e imparziale nell’esposizione. Un ottimo lavoro.

Il testo contiene 32 pagine in bianco e nero di apparato iconografico riproducenti foto di scena di alcuni dei film trattati

CONDIVIDI: