Doggy Poo

Voto dell'autore: 3/5
Voto degli utenti InguardabileSufficienteConsigliatoOttimoImperdibile [3,00/5: 4 voti]

Doggy PooCe lo potevamo aspettare dal Giappone, da Hong Kong, ultimamente dalla Thailandia.
E invece arriva dalla Corea. Non si può che tessere una lode, a prescindere dal risultato finale dell’operazione, a chi ha avuto il coraggio di produrre, realizzare e distribuire Doggy Poo. Il perchè risiede nella storia stessa.
Doggy Poo è una simpatica cacca di cane in versione super deformed, evacuata al bordo della strada che immobile si trova a riflettere e a cercare – parafrasando i Monty Python – il senso della (propria) vita.
Derisa un pò da tutti, soprattutto da un uccellino e da una massa di terra caduta da un carro, sarà protagonista di un melodramma struggente che la porterà a scoprire che anche lei, nella società, può avere un ruolo. Co-protagonisti di questo mediometraggio di mezz’ora saranno una gallina e i suoi pulcini, una foglia, oltre al bucolico paesaggio che le si para davanti.
Il video fonde diversi stili, modellini in miniatura, animazione passo uno con la plastilina (soprattutto), alcune creature meccaniche e un pò di computer grafica per ritoccare il tutto e correggere il colore.
Va notato che il film ha vinto un numero elevatissimo di premi, forse per merito delle non poche menti che sono state dietro questo lavoro, in primis Kwon Jung-saeng, noto scrittore di racconti per bambini il cui primo libro è servito da spunto per il film.
Kwon Oh-sung, il regista di Doggy Poo è un rinomato regista di spot e video mentre le musiche sono state affidate a Yiruma (First Love, Oasis), noto compositore coreano.
Dietro tutto il lavoro comunque c’è la Itasca Studio Inc. lo studio coreano maggiormente avanzato nel campo dell’animazione stop motion.
Del film che dire? Può apparire un pò come un McDull coreano, ironico ma malinconico, sicuramente non adatto ad un pubblico vastissimo. Insomma se la vostra massima aspirazione è guardarvi un film che ha come protagonista una cacca che piange per trenta minuti allora è il film che fa al caso vostro.

CONDIVIDI: