For your Height Only

Voto dell'autore: 3/5
Voto degli utenti InguardabileSufficienteConsigliatoOttimoImperdibile [0,00/5: 0 voti]

For your Height Only“He’s tough, he’s tender, he’s… three feet tall!”

Prima che il cinema diventasse quello che è diventato oggidì ecc ecc, (ognuno aggiunga la propria personale continuazione), esisteva la possibilità di entrare in una sala e beccare film che sembravano davvero usciti da un altro pianeta. Film che neppure lontanamente potevano sostenere un confronto con i cosiddetti “grandi” del cinema. Film dalle trame convenzionali e insipide. Film orrendi…! che tuttavia, per fascino ignoto e di cui nulla vogliamo o dobbiamo svelare, non sono paragonabili in alcun modo a nessun film “moderno”. E possiamo solo immaginare quale piacere innominabile fosse per lo spettatore dell’epoca uscire da un double feature di arti marziali e interrogarsi su chi diavolo ci potesse essere dietro a quelle immagini, quelle storie, quei personaggi. Non avendo ancora accesso al sapere enciclopedico del WWW (che ha modificato e sta modificando, anche se ancora non ce ne rendiamo conto, il nostro approccio al cinema – nonché il cinema stesso) un personaggio ignoto come Weng Weng assumeva un carattere quasi mitico, un’aura indefinibile, occulta. Di questo piccolo (in senso letterale, cioè alto appena 83 cm) filippino che venne chiamato a intepretare l’Agente 00 nel filmaccio di Eddie Nicart nulla si sapeva al di fuori dei ristretti confini nazionali (dove aveva già intepretato alcune parti minori) e la sorpresa cresceva via via mentre il film, nel buio della sala, rivelava la sua nobile exploitativa (mi si conceda l’ossimoro) eccentricità. Weng Weng rappresenta per lo scrivente (e spero per molti altri) la prova inconfutabile che un cinema estraneo, staccato dalla corrente, improponibile e, vivaddio, improbabile, esisteva davvero.

Ha ancora senso parlare di o vedere film come For yu’r height Only oggi? Vederli ne ha purtroppo poco, se non per piacere nostalgico o conoscitivo, e può addirittura essere pericoloso caso mai Tarantino venisse a sapere che apprezziamo un film filippino con un nano che intepreta un agente segreto. Potremmo ritrovarcelo nel suo prossimo film a fianco di Michael Madsen a recitare un dialogo su Madonna, Like a Virgin e tarantinate simili. Diciamo che però il rischio si può correre.

CONDIVIDI: