Happy Ghost II

Voto dell'autore: 3/5
Voto degli utenti InguardabileSufficienteConsigliatoOttimoImperdibile [0,00/5: 0 voti]

Squadra vincente non si cambia. E invece con enorme sorpresa la casa di produzione più servile al pubblico degli anni ’80 hongkonghesi decide di cambiare le carte in tavola e sostituire in toto il gruppo di ragazze protagoniste del primo The Happy Ghost con un altro nugolo ben assortito e in ruolo. D’altronde il protagonista del primo film, il fantasma buono catapultato in un’università femminile, finiva per reincarnarsi nel figlio di una della ragazze e visto che il film si svolge nell’età adulta dello stesso si opta per un cambio totale di cast evitando di mostrare o menzionare gli eventuali genitori.

L’attore rimane lo stesso Raymond Wong che da adulto riveste i panni di un docente di una scuola femminile. Non è più un fantasma e quindi non può più agire in maniera invisibile per aiutare e risolvere i problemi delle sue studentesse ma possiede comunque dei poteri che gli permettono di bissare i clichè del primo film. Tanto simile, quando diverso dal predecessore, il film risulta più compatto e forse anche più divertente ripetendo i giochi del primo ma aggiungendo di più, a partire da una tormentata storia d’amore del protagonista, alle ragazze turbolente (quasi un aggiornamento di quelle del Teddy Girls di Patrick Lung-kong) al libero mercato che annienta i venditori non competitivi, alle sfide tra uomini per ambire ad una donna, ai fraintendimenti tipici della casa di produzione. Ironia di bassa lega e melodramma strabordante retorica sono mescolati con una magia talmente semplice da non risultare eccessivamente indigesti riuscendo ad intrattenere onestamente. Merito paradossalmente di due sceneggiatori in meno che hanno permesso una stesura più immediata e fluida? Buono il cast affiatato in cui svetta la giovanissima e brava May Lo Mei-Mei qui tutta facce ed espressioni buffe (ritornerà anche nel quarto capitolo della saga). Nel terzo capitolo, la regia sarebbe passata dalle mani di Clifton Ko Chi-Sum a quelle dell’attore protagonista Raymond Wong.

CONDIVIDI: