Kamen Rider vs. Shocker

Voto dell'autore: 2/5
Voto degli utenti InguardabileSufficienteConsigliatoOttimoImperdibile [1,67/5: 3 voti]

Dopo 11 mesi di messa in onda e dopo un episodio speciale (Go! Go! Kamen Rider) esce il primo film di Kamen Rider ideato ex novo per le sale, Kamen Rider vs. Shocker (il 18 marzo 1972, mentre in televisione veniva messo in onda l’episodio 51). Il pretesto è davvero basilare: Il dottor Daidōji ha sviluppato un’invenzione chiamata GX Device, dotata della capacità di spostare l’asse terrestre. Ovviamente questo “progetto” attira le  mire della Shocker, la nefasta associazione nemica protagonista della saga; rubano il progetto e fanno esplodere il laboratorio. Ma le carte sottratte mancano di alcune parti, nascoste dal dottore all’interno di un peluche regalato per il compleanno alla figlia. Il Doctor Death (Shinigami Hakase), un gruppo di metaschiavetti Shoker e uno stuolo di creature vecchie e nuove (si parla di decine, solitamente dalla forma biologica basata su animali, insetti e piante) cercano così di reperire il giocattolo. A difendere professore e figlia, intervengono Kamen Rider 1, 2 e relative moto.

L’intero film è un continuo percorso di azione tiepida e di scontri tra i Raider e varie creature multicolor. Se anche il character design dei mostri è intrigante la loro realizzazione è a dir poco approssimativa. Il Doctor Death non è altro che un vecchietto infilato in un costume da Dracula, le creature sono solitamente composte da un po’ di gomma appiccicata sopra ad una tutina escluse un paio di entità pregiate di una sommità cranica scolpita in lattice.  Fortunatamente la divisa media della Shocker è sempre così intrigante e stilizzata anche a distanza di decenni. Il percorso narrativo e le risoluzioni sono simili a quelle di molte serie che si sarebbero succedute di lì a poco, per questo si apprezza serie e film per il basilare contributo pionieristico anche se negli stessi anni all’interno dell’universo tokusatsu si erano visti risultati ben più refrigeranti (qualcuno ha detto Tsuburaya?). La regia è tiepida e passiva (il regista rimarrà nel suo ruolo praticamente sempre all’interno dell’universo tokusatsu), e Kamen Rider non è ne così cupo come in altre incarnazioni né pop psychotronico come oggetti del calibro di Kikaida. Appena quattro mesi dopo (il 16 luglio 1972) sarebbe uscito un nuovo film, Kamen Rider vs. Hell Ambassador, l’ultimo prima dell’avvento della nuova Serie, Kamen Rider V3. Nel 2005, la mitologia dei due primi Kamen Riders viene rivitalizzata e aggiornata nel film Kamen Rider the First.

 

Gli eroi

Il nemico, Dr. Death

Fotogrammi
CONDIVIDI: