M.A.I.D.

Voto dell'autore: 3/5
Voto degli utenti InguardabileSufficienteConsigliatoOttimoImperdibile [3,00/5: 1 voti]

maidQuattro ragazze che lavorano come cameriere vengono ingaggiate dal governo come spie per indagare sui movimenti sospettosi dei propri padroni di lavoro. Questo perché soltanto una cameriera può accedere a certi luoghi senza destare sospetto.

Sinceramente a scrivere la trama ci si sente almeno tanto stupidi, quanto è divertente seguirla sullo schermo. M.A.I.D. (acronimo di Mission Almost Impossibile Done) è la nuova commedia thailandese demenzialissima di Yongyoot Thongkongtoon (il regista dei pessimi Iron Ladies 1 & 2, 2000/03), che non va certo per il sottile. Slapstick, gag intestine, giochi di parole, smorfie e boccacce sono i maggiori (e unici) ingredienti della pellicola, che non lascia una grande impressione, ma fa veramente piegare dalle risate, a patto che non ci si aspetti una commedia sofisticata, semmai l’esatto contrario. La sceneggiatura è praticamente nulla e si riduce a piccole scenette che si susseguono in maniera più o meno riuscita. Jatupus Pattamasiri, una delle due protagoniste, è una discreta furia oltre a sembrare la sorella separata alla nascita di Sammo Hung. Insomma nulla di memorabile e una decina di minuti in meno sarebbero stati consigliabili, ma la risata è assicurata. Né meglio, né peggio di tanti altri film equivalenti americani.

CONDIVIDI: