Naked Blood

Voto dell'autore: 3/5
Voto degli utenti InguardabileSufficienteConsigliatoOttimoImperdibile [3,11/5: 9 voti]

Naked BloodUn piccolo genio inventa un siero che trasforma il dolore in piacere e lo somministra di nascosto alle tre ragazze che fanno da cavia all’ospedale dove lavora sua madre. Per due di loro le conseguenze saranno devastanti, l’altra invece…

C’è da dire subito che si tratta di un film di serie B senza altre pretese se non quella di mostrare le più crude nefandezze immaginabili. Tuttavia le scene splatter non sono così numerose, anzi scarseggiano. Però quelle presenti soddisfano le più perverse aspettative: autolesionismo, autofagismo, sgozzamenti. Il fin troppo chiaro messaggio quello della punizione per chi oltrepassa i limiti concessi dalla natura (ùbris). Trama molto diluita in certi punti e inutilmente digressiva in altri, il finale inaspettato un po’ ne ristabilisce la dignità, ma fanno sentire il loro peso la carenza di azione, di approfondimento della psicologia dei personaggi (anche se gli attori non sono male) e la leggerezza con cui sono trattati i dettagli esplicativi. Le riprese sono in digitale, il DVD olandese manca di extra, ma i sottotitoli (fissi) si leggono con agevolezza. Nel complesso, si può evitare, a meno che non abbiate voglia di vedere qualche scena efferatamente originale ed estrema.

Intervista al regista.

CONDIVIDI: