Ninja Vs Bruce Lee

Voto dell'autore: 1/5
Voto degli utenti InguardabileSufficienteConsigliatoOttimoImperdibile [3,00/5: 3 voti]

Bruce Lee Vs Ninja. Un titolo che come minimo provoca curiosità. Ovviamente già sappiamo che il film non è interpretato dal piccolo drago, ma quello che invece sorprende (per modo di dire) è che non ci sono neanche i ninja!
Tanto vale levarsi subito la questione di torno. Il “film” di Joe Velasco è, senza mezzi termini, una porcheria inguardabile. Secondo il bell’articolo di Dean Madows, “The Bruceploitation” (2002) – una interessante analisi del fenomeno, dei suoi protagonisti e dei film che ne scaturirono – Bruce Lee Vs Ninja, in realtà è un rimontaggio di diverse pellicole (tutte dirette da Velasco), tra cui Return of Bruce (1977), My Name called Bruce (1978) e Enter the Game of Death (1978).
Effettivamente il film, sulla cui trama è meglio non insistere per salvaguardare la sanità mentale del sottoscritto, dovrebbe essere una specie di “best of Bruce Lee”, solo senza “best of” e soprattutto senza “Bruce Lee”.

Bruce Lee Vs Ninja sembra montato da qualcuno che non ha mai visto una moviola (e probabilmente neanche un film, giudicando dai raccordi agghiaccianti), eppure il montaggio – per immensa sorpresa di chi scrive – viene accreditato al grande Marco Mak (A Better Tomorrow 3, Swordsman 1&2, Once upon a Time in China 1-6, Iron Monkey, Young and Dangerous 1&2). La questione rimane più che dubbiosa, anche perché i credits dei kung fu movie, in particolare quelli più squallidi, tradotti per il mercato anglo-sassone venivano spesso fatti a casaccio.
Girato nelle Filippine (e si vede) e doppiato da un branco di deficienti (con perle di dialogo tipo: “altough he is queer, he is loyal”!), Bruce Lee Vs Ninja è veramente lo scarto degli scarti. Infimo sotto ogni punto di vista. Da evitare accuratamente.

Per la cronaca, il protagonista è Bruce Le (Huang Chien Lung), uno dei principali fautori del genere e di cui ci eravamo già occupati parlando di Bruce – King of Kung Fu(1980). Nel cast, ritroviamo anche il grande Lo Lieh (le cui scene sono estrapolate da Return of Bruce), mentre sul resto è meglio sorvolare … come è meglio non indagare su uno degli stili di kung fu, mostrati da una degli avversari di Lee, ossia la temutissima “mano sul pacco” (!?).
I combattimenti dalla mezz’ora in poi sono abbondanti (Huang era un martial artist e coreografo perlomeno discreto), ma a questo punto la barca è già bella che affondata.
Per concludere, arriviamo al mistero più interessante che circonda questa ciofeca. Sulla copertina del DVD si può vedere Bruce Le, che impugna una mitra. Il bello è che in tutto il film di questo mitra non c’è neanche lontanamente l’ombra.

CONDIVIDI: