Pocong Vs Kuntilanak

Voto dell'autore: 1/5
Voto degli utenti InguardabileSufficienteConsigliatoOttimoImperdibile [1,50/5: 2 voti]

Pocong Vs KuntilanakLa caratteristica meravigliosa del cinema di genere in giro per il mondo è che aderisce esattamente ai soliti schemi produttivi a cui si è abituati là dove si vive. In indonesia ci sono state nell’ultimo anno due saghe di grosso successo: quella dei Pocong, cioè i morti avvolti nel sudario che non si decidono ad andare all’inferno vagamente simili ai Jiangshi cinesi, e le Kuntilanak, che sono una sorta di vampiresse comuni sia al folklore indonesiano che malese. Entrambe queste saghe intitolate per l’appunto Pocong e Kuntilanak sono giunte al terzo episodio a testimonianza del buon successo di cassa che ottengono. Ebbene non poteva mancare all’appello lo scontro fra i due titani dell’orrore giavanese alla stregua di un nostro Freddy vs Jason o andando indietro nel tempo ai leggendari e più nobili scontri tra dracula e uomo lupo presenti in tutte le cinematografie.

L’unico problema è che le promesse del titolo non vengono mantenute della pellicola. Ci si trova di fronte ad uno squallido horror adolescenziale che cerca di ricalcare il tòpos shakespeariano della coppia che non può unirsi a causa delle proprie storie familiari. La bella protagonista Vonny è infatti costretta per stirpe ad ereditare la custodia di una Kuntilanak e quest’ultima ce l’ha a morte con il suo spasimante poiché discendente di un uomo che aveva promesso la morte alla bisavola. Ovviamente questo cattivone non poteva che farsi seppellire in maniera tale da tornare come Pocong a minacciare nei secoli dei secoli la famiglia di Vonny.

Alla fine questo filmino girato in maniera sciatta e senza far correre nemmeno un brivido sulla schiena dello spettatore si dipana per 81 minuti buoni, senza nemmeno proporre negli ultimi 5 minuti finali di scontro tra i protagonisti l’epocale duello tra le due creature. Davvero poca cosa. Da non toccare nemmeno con un bastone.

CONDIVIDI: