Plains Wanderer

Voto dell'autore: 2/5
Voto degli utenti InguardabileSufficienteConsigliatoOttimoImperdibile [0,00/5: 0 voti]

Plains WandererPlains Wanderer è il quinto episodio della serie Wataridori, che comprende complessivamente nove film. Al centro della serie troviamo il cowboy vagabondo-canterino interpretato da Akira Kobayashi che, attraversando le lande giapponesi, capita sempre in posti in cui finisce per prendere la parte della popolazione oppressa nei confronti dei gangster di turno. Ovviamente c’è sempre una bella ragazza ad aspettarlo, in questo caso Asaoka Ruriko.

Kobayashi a cavallo e in piena “divisa” Western, giacca di pelle con le immancabili frange e chitarra inclusa, in questo episodio (che viene considerato il migliore della serie) arriva come il cavaliere della valle solitaria nel villaggio degli Ainu (gli aborigeni del Giappone). In poco tempo si convince di dover difendere la popolazione contro le intenzioni di un imprenditore, che vuole distruggere il villaggio per far posto ad una pista d’atterraggio. La storia è abbastanza banale, ma vari intrecci amorosi, siparietti comici e la comparsa dell’amico-antagonista Shishido Jo, tengono vivo l’interesse. Per finire, non può mancare il ragazzino orfano, di cui Kobayashi si prende cura.

Se avete presente i Western con Roy Rogers o meglio ancora i film che facevano fare a Elvis Presley, potete farvi un’idea di Plains Wanderer. Le canzoni cantate da Kobayashi nei vari film della serie fecero di lui una pop star nazionale. La sensazione di bizzarria viene accentuata dal improvvisa comparsa di macchine e altri oggetti moderni, che collocano storicamente il film nel periodo stesso in cui è stato girato. I costumi degli Ainu sembrano presi in noleggio dal negozio di carnevale intorno all’angolo. Insomma un western di serie B in piena regola. Divertente, sicuramente curioso, ma nulla più.

 

CONDIVIDI: