With or Without You

Voto dell'autore: 3/5
Voto degli utenti InguardabileSufficienteConsigliatoOttimoImperdibile [4,00/5: 1 voti]

Dalla Hong Kong degli anni ’90 emerge questo dittico (With or Without You / No More Love, No More Death) con un grande cast; è il tipico film medio di Hong Kong del periodo e contiene tutti i pregi e difetti di quel cinema medio: una fotografia affascinante di Herman Yau, delle brillanti sequenze di azione anche se numericamente limitate e una regia abbastanza sgrammaticata (ma d’altronde Taylor Wong non è un regista con una carriera particolarmente rilevante).
Jackie Cheung interpreta Tai Zi/Prince, un killer psicopatico fidanzato forzatamente con Rosamund Kwan (che lo frequenta più per paura che per vero sentimento attivo). Dopo aver commesso un omicidio, scappa dalla città. Nell’anno di solitudine la ragazza si innamora di Ming (Leon Lai) un poliziotto irresponsabile, ma esattamente un anno dopo, nel giorno del compleanno di lei, Prince ritorna e vuole riprendersela con la forza. Lo scontro con il suo rivale in amore sarà duro, spietato e sanguigno.

L’intero film è focalizzato, come spesso accade, nell’inizio e nella fine. Tutta la parte centrale è una sorta di allungamento della metrica abbastanza automatico e già visto dato in mano a Leon Lai e Rosamund Kwan con spalla comica interpretata da Ng Man-tat. In fin dei conti, come molti film del periodo, va ricordato per la riuscita di alcune sequenze d’azione ma soprattutto per quelle due o tre scene particolarmente geniali e ben riuscite. Su tutte va menzionata l’inquadratura sbilenca e grandangolare che precede il primo atto violento di Jackie Cheung, al rallenti, di cui non si intuiscono bene le dinamiche cardinali ma che è particolarmente efficace ed emotivamente coinvolgente nonché carica di una tensione palpabile. Altro elemento anomalo è il vedere catapultati attori noti in ruoli abbastanza distanti da quelli che ne hanno caratterizzato la carriera; non solo Jackie Cheung nei panni di un assassino spietato e sanguinario ma anche Rosamund Kwan in quelli di una entraîneuse di un karaoke, pragmatica e mascolina.
Nello stesso anno, ritroveremo i due interpreti maschili in coppia nel ben più riuscito Wicked City.
Del film uscirà l’anno successivo un sequel, anzi in realtà un prequel, intitolato No More Love, No More Death, e in cui Herman Yau passa alla co-regia.

Salva

CONDIVIDI: