The Screen at Kamchanod

Voto dell'autore: 3/5

VOTA ANCHE TU!

InguardabilePassabilePiacevoleConsigliatoImperdibile (2 votes, average: 2,50 out of 5)

The Screen at KamchanodDella serie, come sprecare un’ottima occasione. Si, perché sulla carta questo film lasciava ben sperare: l’intrigante vicenda, tratta da una storia vera, incentrata su un gruppo di studiosi alle prese con la misteriosa proiezione fantasma avvenuta nella foresta di Kamchanod nel 1987, si prestava ad un’originale interpretazione delle ormai trite e ritrite ghost story di matrice asiatica; senza contare che il regista - Songsak Mongkolthong – è stato assistente dei fratelli Pang, due che se non altro sanno come stuzzicare l’”occhio” del cinefilo più esigente. Se dal punto di vista estetico non ci si può comunque lamentare, merito anche della particolare cura dedicata al montaggio, lo stesso non si può dire per ciò che riguarda la componente narrativa: il film purtroppo si riduce ad un susseguirsi di scene che arrancano nel tentativo di spaventare servendosi dei soliti rumori forti e apparizioni improvvise, senza riuscire a costruire un minimo di climax.
Personaggi appena abbozzati oltre ad una trama confusa e a tratti incomprensibile fanno il resto, destinando questa pellicola all’oblio.